©2019 by Tomacelli Tune. 

All rights of the producer and of the owner of the work reproduced reserved. Unauthorized copying, hiring, public performance and broadcasting of the record prohibited.

Play
(Di Ranno - Fraschini - Serra)
 
Io m’illumino di cose inutili
Per quel che so, l’immenso non ce l’ho
È dentro gli attimi, potessi darteli
Sarebbe un modo per lasciarsi e dirti che
 
Ricordo il vento freddo come un samurai, fragole rosse, giugno, un piccolo bonsai
Erano giorni in cui noi eravamo noi, davvero
 
La prima volta che ti ho visto ho spinto play, tu non guardavi me, eri di fianco a lei, ti giuro che io non l'avevo fatto mai, ma già sapevo che saremmo stati insieme
 
Coraggio amore mio, stringimi e dopo vai
I like Chopin, addio, mi dimenticherai?
Avremo giorni in cui, noi non saremo noi
Verranno giorni in cui
Noi non saremo mai più noi
 
Adesso guarda il video e non riavvolgere, lo dico piano: scusami, è difficile
Tramonti acerbi e animali esotici sul cuore.
 
La prima volta che ti ho visto ho spinto play, tu non guardavi me, eri di fianco a lei, ti giuro che io non l'avevo fatto mai, ma già sapevo che saremmo stati insieme
 
Coraggio amore mio, stringimi e dopo vai
I like Chopin, addio, mi dimenticherai?
Avremo giorni in cui, noi non saremo noi
Verranno giorni in cui
Noi non saremo mai più noi
 
Adesso guardo il video delle lacrime, te l'ho già detto, voltati è difficile
Tramonti acerbi e animali esotici sul cuore.
 
La prima volta che ti ho visto ho
spinto play, tu non guardavi me, eri di fianco a lei, ti giuro che io non l'avevo fatto mai, ma già sapevo che saremmo stati insieme
 
Io m’illumino di cose inutili
Per quel che so, l’immenso non ce l’ho
 
Io no
Io no
Io no